Un'esperienza unica in un luogo unico nel suo genere, situato nella periferia della città di Lecce. Tra le mura dell’antica masseria, il Ninfeo delle Fate e la cava adiacente, accompagnati e introdotti da una guida turistica, due personaggi di una volta prenderanno vita davanti agli occhi di tutti.

Nel mito, proprio come le Ninfe che incarnavano gli elementi fondamentali della natura e che abitavano i luoghi in cui essa era più bella e gentile, anche Pomona, la Dea italica e romana protettrice dei frutti, appare spesso insidiata da divinità delle selve, tra cui i Satiri.

Plinio fa parlare Pomona così: «Da me l'uomo trae la maggior parte dei piaceri. Sono io che produco il succo del vino, il liquido umore dell'olio, che genero datteri e frutti in tante varietà”. A prendere vita in questa visita speciale sarà anche lei, riconoscibile tra le sei statue che ornano il Ninfeo delle Fate, perchè acconciata con una ghirlanda di foglie e, forse, di frutti. Gli attori di Improvvisart porteranno alla luce il periodo storico tra il 1500 e il 1950 conducendo i visitatori alla scoperta del sito, delle sue storie e dei suoi aneddoti.