Una storia di arte e di ospitalità. I Coppola, di origini siciliane, giunsero a Gallipoli nel XV secolo. Nel 1489, nella Bella Città, Orsino Coppola sposò Laura Cuti, discendente di una nobile famiglia del luogo, che portò in dote una tenuta di 8 ettari, tramandata da padre in figlio per ben 15 generazioni, ancora oggi di proprietà Coppola e coltivata a vigneto. Il nostro percorso di vista di circa un’ora inizierà dai vigneti, in cui troveremo ad attenderci un agricoltore dell’700 che ci spiegherà la situazione del territorio in quel periodo e ci illustrerà quali erano le coltivazioni già presenti a quell’epoca. Continueremo il percorso all’interno della struttura, in particolare sul terrazzo, incontrando il secondo personaggio, il giovane pittore Coppole, appartenente alla prestigiosa famiglia. La visita si concluderà all’interno della sala in cui sono conservati antichi attrezzi del mestiere vitivinicolo e in cui uno dei discendenti ci spiegherà la storia della sua famiglia. Il percorso è realizzato in collaborazione con le Cantine Coppola.