I racconti, le descrizioni e le parole dei tre personaggi, introdotti da una guida turistica, accompagneranno per un’ora circa indietro nel tempo, tra i vicoli, partendo da Porta Alfonsina verso la splendida Cattedrale, passando davanti al castello fino a giungere in riva al meraviglioso mare che delinea l'orizzonte. Un percorso tra storia e leggenda che ci farà incontrare e conoscere Gedik Ahmet Pascià, politico militare ottomano, Gran Vizir di origine serba o bizantina, comandante delle forze di terra e di mare nel 1480, quando Otranto venne presa dai turchi. Lungo il percorso lo incontreremo più volte, intento a cercare la popolazione idruntina per assalirla e sottomerla insieme ai suoi soldati. Ma egli incontra non poca resistenza, in particolare ricordiamo Antonio Primaudo che ci racconterà, in prima persona, come tenne testa all’assalto e la fine che fece. Il percorso procede lungo le vie che portano al Castello, dove si dice che si aggiri il il fantasma di Donna Teresa de Azeveido, il cui corpo venne deposto lì da suo marito nel 1707.